Fiume Mingardo                             

 Il Sito di Interesse Comunitario (SIC) "Fiume Mingardo" è collocato nella zona sud del Parco; il suo territorio è compreso tra 0 e 1000 metri s.l.m. e confina parzialmente con i SIC “Monte Cervati, Centaurino e Montagne di Laurino”, “Monte Sacro e dintorni” e della Zona di protezione Speciale (ZPS) “Monte Cervati e dintorni”. Comprende i Comuni di Camerota, Centola, Celle di Bugheria, Roccagloriosa, Laurito, Alfano, Rofrano, Laurino, Valle dell’Angelo e Novi Velia.

La sua estensione è di 1638,15 ettari.

All’interno del sito risultano predominanti gli habitat fluviali con vegetazione ripariale mediterranea e foreste di salici e pioppi: non mancano i boschi misti (in particolare le faggete con tasso e agrifoglio) e gli  arbusteti mediterranei.

La sua  importanza è legata alla presenza di questi habitat, nonché di specie animali quali la lontra (Lutra, lutra), diverse specie di chirotteri, anfibi e pesci. Il valore del sito è dato anche dalla presenza di uccelli nidificanti (pellegrino, martin pescatore e averla piccola).

Vista panoramica del Sito di Interesse Comunitario Fiume Mingardo
Sito di interesse comunitario: Fiume Mingardo
Sito di interesse comunitario: Fiume Mingardo
Sito di interesse comunitario: Fiume Mingardo
Sito di interesse comunitario: Fiume Mingardo

Pareti rocciose di Cala del Cefalo

Il Sito di Importanza Comunitaria (SIC) “Pareti rocciose di Cala del Cefalo” fa parte della tipologia delle aree marino-costiere. E’ ubicato in prossimità del confine sud del Parco e comprende un ripido versante di natura calcarea con un’escursione altimetrica che va da 2 a 150 metri s.l.m.

Gli habitat caratteristici di questa tipologia di siti sono classificati come “Pareti rocciose calcaree con vegetazione cosmofitica” o come “Arbusteti termo-mediterranei e predesertici”. Sono presenti anche habitat più spiccatamente costieri:“Dune costiere con Juniperus spp.” e “ Scogliere con vegetazione delle coste mediterranee con Limonium spp. endemici”

Le pareti rocciose del sito rivestono una notevole importanza per la conservazione della natura in quanto ospitano particolari specie floristiche e di avifauna.

Vista panoramica del Sito di Interesse Comunitario Pareti rocciose di Cala del Cefalo

 

Sito di Interesse Comunitario: Pareti rocciose di Cala del Cefalo

 

Sito di Interesse Comunitario: Pareti rocciose di Cala del Cefalo

 

Sito di Interesse Comunitario: Pareti rocciose di Cala del Cefalo

Pineta di Sant'Iconio

Il Sito di Importanza Comunitaria (SIC) “Pineta di Sant’Iconio” è classificato nella tipologia delle aree marino-costiere.

Il SIC è ubicato al confine meridionale del Parco, ricade nel comune di Camerota e si estende per 358 ettari con una escursione altimetrica che va da 150 a 350 metri s.l.m.

Il sito è considerato uno dei pochi esempi di pineta a Pino di Aleppo (Pinus halepensis) della Campania e presenta altri due habitat: “Arbusteti termo- mediterranei e predesertici” e “Grotte ancora non sfruttate turisticamente”.

La protezione dell’area si rivela fondamentale per la salvaguardia della pineta (habitat di importanza comunitaria prioritaria) presente al suo interno.

Vista panoramica del Sito di Interesse Comunitario Pineta di S. Iconio
Sito di interesse comunitario: Pineta di Sant'Iconio
Sito di interesse comunitario: Pineta di Sant'Iconio